File su richiesta in OneDrive Windows 10

Con l'aggiornamento di Windows 10 alla Build 16.299, OneDrive introduce la funzionalità File su richiesta. Nell'articolo di oggi vedremo cosa fa questa funzione e come abilitarla o disabilitarla.

File su richiesta in OneDrive

Se File su richiesta è abilitato, quando apri OneDrive nel pannello di navigazione di Esplora file, vedrai tutti i tuoi file e cartelle che si trovano nell'archivio cloud. Puoi scaricarli sul tuo computer, eliminare quelli non necessari, in altre parole, sarai in grado di eseguire tutte le azioni, come se fossi entrato nel cloud storage tramite un browser. Con tutto ciò, le cartelle (file) visualizzate non occuperanno spazio sul tuo computer finché non ne scarichi una copia locale. Di fronte ad ogni cartella (file) nella colonna "Stato" è presente un segno: un cerchio con un segno di spunta verde significa che il file (cartella) è disponibile sia sul dispositivo che nel cloud storage; il segno della nuvola significa che il file si trova solo nell'archivio cloud e non è presente una copia locale.

Puoi aprire qualsiasi file dall'archivio cloud con qualsiasi applicazione, anche se non è presente una copia locale sul tuo computer. Dopo aver aperto un taccuino (riga di comando, Microsoft Word, ecc.), Puoi scegliere di aprire qualsiasi file da OneDrive, inizierà immediatamente il download dall'archivio cloud, dopodiché verrà aperto. Ovviamente, tutte queste azioni non possono essere eseguite se il computer non dispone di una connessione Internet.

Se desideri liberare spazio sul tuo computer, elimina una copia locale di un file o di una cartella, lasciandola solo nell'archivio cloud: fai clic con il pulsante destro del mouse sul file (cartella) desiderato e seleziona "Libera spazio". Se desideri avere sempre una copia locale di un file (cartella) sul tuo computer, fai clic con il pulsante destro del mouse sul file (cartella) richiesto e seleziona "Salva sempre su questo dispositivo".

Se un'applicazione scarica un file (cartella) dal cloud OneDrive, potrebbe essere visualizzata una richiesta nell'area di notifica per consentire questa azione. Puoi vietare all'applicazione di scaricare file dal cloud o consentire, se lo hai vietato una volta e in futuro desideri consentire a questa applicazione di scaricare file - vai al menu "Start" => Impostazioni => Privacy => sul lato sinistro, seleziona "Download automatico files "=> sul lato destro fare clic su" Consenti ".

In breve: la nuova funzionalità consente agli utenti di OneDrive di accedere facilmente e rapidamente a tutti i propri file e cartelle dal cloud senza scaricare tutto sul proprio computer.

Come abilitare (disabilitare) i file su richiesta

Se accedi al computer utilizzando un account Microsoft, non devi fare nulla, questa funzione dovrebbe apparire automaticamente dopo l'aggiornamento di Windows 10 alla build 16.299. Se stai utilizzando un account locale, apri OneDrive => inserisci il tuo indirizzo e-mail collegato a OneDrive e fai clic su "Accedi".

Fare clic con il pulsante destro del mouse sull'icona di OneDrive nell'area di notifica sulla barra delle applicazioni e selezionare Impostazioni.

Nella scheda "Opzioni", seleziona la casella accanto a "Salva spazio e scarica i file mentre li utilizzi" e fai clic su "OK" per attivare la funzione "File su richiesta". Se invece vuoi disabilitare questa funzione, deseleziona la casella "Risparmia spazio e scarica i file man mano che vengono utilizzati" e clicca su "OK".

Se non è presente la voce "File su richiesta" nei parametri e il sistema è già stato aggiornato alla build 16.299, è possibile attendere fino all'arrivo degli aggiornamenti di OneDrive sul computer oppure scaricare e installare l'ultima versione di OneDrive.

Per oggi è tutto, se hai aggiunte, scrivi nei commenti! Buona fortuna 🙂